#concentricoart, ancora novità dal 21 al 24 luglio

Dal 21 luglio nuove opere con gli special guest artist e sabato 24 luglio l’evento
conclusivo

Concentrico Festival ha concluso con un grande successo di pubblico la rassegna in Piazza Martiri
e presso lo spazio Off domenica 18 luglio, ma il group show di arte contemporanea continua fino a sabato 24 luglio negli spazi rigenerati dell’ex mercato coperto in piazzale Ramazzini 50 con nuovi artisti e collaborazioni.

Dal 21 al 24 luglio si aggiungono alla mostra collettiva d’arte contemporanea, Concentrico Art, a cura dell’artista Andrea Saltini, le opere di quattro Special Guest Artist: Marino Neri, Pierpe, Michele Bernardi, e Patrick Aleotti, fino ad arrivare all’evento di chiusura sabato 24 luglio dalle
19.30 alle 20.30 con una degustazione enogastronomica in collaborazione con Terra Vive di Gianluca Bergianti e Modena Food Lab dello chef Francesco Rompianesi.

Artisti e realtà d’eccellenza del territorio che dialogano fra loro, progettano insieme e creano
opere e momenti d’incontro per trasmettere la qualità del lavoro, il saper fare e vivere insieme diverse e nuove modalità di aggregazione. Alcuni degli artisti già presenti nella mostra, Evelyn
Daviddi, Andrea Saltini, Insetti Xilografi, Daniel Bund e Massimo Lagrotteria, insieme ai quattro special guest sono stati infatti protagonisti di un’iniziativa, a cura dell’azienda Terre Vive – Bergianti Vino per la quale hanno realizzato delle speciali e uniche etichette per i vini.
“Nel 2019 sull’impulso di spogliare la fronte etichetta di tutte le scritte, – si può leggere sul sito di Terre Vive – abbiamo deciso di affidare le grafiche delle etichette a nove artisti della provincia di Modena. Abbiamo portato agli artisti la bottiglia di vino della quale avrebbero dovuto realizzare
l’etichetta, così nuda e cruda senza aggiungere altro, volevamo fossero ispirati solo dall’assaggio del vino. Il risultato è stato sorprendente. Finalmente oggi le etichette hanno una loro forte
identità e personalità. Un progetto che prende vita dalla nostra annata più importante che in un certo senso segna un po’ la maturazione della nostra vigna e cantina.”

L’azienda agricola Terrevive nasce nel 2008 nella frazione di Gargallo di Carpi (Mo). Fin dal
principio ha adottato il metodo biodinamico come tecnica agronomica; questo metodo colturale rispetta la sensibilità delle persone che lavorano in azienda, che hanno fatto propri principi come il rispetto per l’ambiente, la biodiversità e il benessere dell’uomo, il tutto in equilibrio con le forze della Natura.

Modena Food Lab dello chef Francesco Rompianesi nasce dall’idea che cucinare e mangiare non sono più solo un gesto necessario, ma sempre più diventano un aspetto culturale e fondamentale
della nostra vita. Il laboratorio, in un piccolo borgo interno vicino al centro di Modena, è una scuola di cucina e molto di più: è predisposto per ogni tipo di necessità e si può adattare e
modulare in base all’evento, dai corsi di team building, a laboratorio di creazione ad hoc di piatti e menù per i nostri clienti fino a essere un punto di riferimento per i turisti che vogliono conoscere
la storia enogastronomica e imparare loro stessi i piatti tipici del territorio. E’ un luogo di cultura e aggregazione, dove vengono proposti incontri a tema sempre dedicati alla gastronomia, alla tecnica culinaria, alla passione per cibo e vino.

Per partecipare alla degustazione?

Per partecipare alla degustazione, compresa nel biglietto, basterà prenotare nella fascia oraria dalle 19.00 alle 20.30

Per informazioni e dettagli  si può chiamare il 346 1741177


CONCENTRICO / GIORNO TRE: EVENTO ANNULLATO

È con tristezza che annunciamo l’annullamento dell’evento di questa sera perché le previsioni meteo non sono dalla nostra parte. L’organizzazione di due spettacoli così complessi, non ci permette di poter aspettare fino all’ultimo e quindi è deciso così: Baby Dee e Carrozzeria Orfeo NON saranno sul palco di questa sesta edizione.

Ci vediamo domani, sabato 17/07/21, per L’amore segreto di Ofelia con Chiara Francini e Andrea Argentieri!


A #concentricoart Andrea Saltini presenta "I Giorni (la mia vita al tempo del Covid-19)"

Un diario durante la pandemia

Il diario personale che Andrea Saltini pittore, poeta e direttore artistico del nostro Concentrico Art è diventato un libro, un libro d’arte unico e speciale che presenteremo SABATO 17 e DOMENICA 18 LUGLIO alle ore 11.00 presso piazzale Ramazzini, proprio di fronte all’ex Mercato coperto di Carpi in cui si sta svolgendo la prima collettiva di arte contemporanea legata a Concentrico.

Il comunicato stampa di CSArt

Condividiamo con piacere il comunicato stampa di CSArt  – Comunicazione per l’Arte, dedicato al volume, in vendita dal 19 luglio, e alle sue presentazioni.

 

Tra le novità editoriali di Incontri Editrice si segnala il libro “I Giorni (la mia vita al tempo del Covid-19)” di Andrea Saltini, illustrato da Insetti Xilografi.

Il volume è il riadattamento in versione cartacea di un diario personale tenuto da Saltini – pittore, poeta e direttore artistico – direttamente su Facebook durante la pandemia, dal 9 novembre 2020 al 17 febbraio 2021. Cento giorni di pensieri, visioni e parole, ma anche di confronto con tutte le persone che lo seguivano e commentavano.

«Durante la stesura di questo diario – scrive Andrea Saltini – il mio cuore ha battuto 105mila volte al giorno e il mio sangue percorso 280 milioni di chilometri. Ho respirato in circa 27mila volte 15 metri cubi di aria. Per 45 giorni ho mosso 650 muscoli principali e attivato svariati milioni di cellule cerebrali. Sembra un miracolo, ma niente di tutto questo è miracoloso. È più miracoloso pensare che domani il mio cuore non batterà più; non respirerò più né attiverò muscoli e milioni di cellule. Non me ne pento. È scritto sul diario».

«La forma del diario – spiega la libraia Ivonne Merciari – permette all’autore una libertà d’espressione massima: narrazione di eventi e metanarrazione, poesie, riflessioni, ricordi, fantasticherie, digressioni, soliloqui, lettere, flusso di coscienza. Il tutto a restituirci lo scenario a 360 gradi del mondo attraverso una sensibilità e una partecipazione straordinarie e la dichiarazione di un manifesto artistico e poetico oltre ad una sorta di testamento spirituale. Anche il linguaggio è un esempio ideale di contaminazione: aulico, solenne, colloquiale, specifico, evocativo, lirico, ieratico, confidenziale e apologico insieme, in un connubio caleidoscopico e armonioso. […] In queste pagine troveremo quindi il disappunto per le contraddizioni, l’ipocrisia, l’incoscienza e tutte le ombre e i presagi distopici del nostro tempo, ma anche un inno alla vita, l’invito allo sviluppo del potenziale umano e la rivelazione di un antidoto che rinverdisce e salva sempre, composto dall’amore, dall’ironia e dal potere della visione».

Il libro sarà presentato in anteprima sabato 17 e domenica 18 luglio alle ore 11.00 presso l’Ex Mercato Coperto di Carpi (MO), nell’ambito del programma “Concentrico Art” di “Concentrico Festival”, di cui Andrea Saltini è curatore. Due matinée con la partecipazione di Alina Maselli e Sara Zini, che durante i cento giorni in cui il libro era ancora e solo un diario su Facebook lo seguivano con assiduità, interagendo con l’autore. Andrea Saltini leggerà inoltre alcuni brani del libro, accompagnato al pianoforte dal Maestro Enrico Pasini.

Sabato 17 luglio, alle ore 19.30 è inoltre prevista, sempre nell’ambito di “Concentrico Festival” in Piazzale Ramazzini a Carpi, la performance tratta da “I Giorni” dal titolo (S)concerto per contrafforte molto scordato e pian(t)o solo (préludes – chopiniani caffè – parigini abbracci) con ideazione e regia di Andrea Saltini, video di Andrea Tasselli, set/stage video effect di Mattia Polisena, musiche originali di Andrea Saltini e Enrico Pasini. Una produzione Concentrico Art 2021 in collaborazione con Daniele Franci ed Etoile (Centro Teatrale Europeo), che vede la partecipazione di Andrea Saltini (poeta amplificato), Enrico Pasini (fiati e samplers), Riccardo La foresta (percussioni), Joseph Tortora e Arianna Carafa (danzatori).

Dal libro è nata, infine, la monumentale allegoria che copre il cantiere di ripristino della facciata di Palazzo dei Pio di Carpi (MO), dalla Torre dell’Uccelliera alla Torre dell’orologio. Un lavoro di 35 metri di lunghezza, commissionato ad Andrea Saltini dal Comune di Carpi e realizzato in collaborazione con “Concentrico Festival” ed Incontri Editrice. Una vera e propria parata di personaggi, cose e animali provenienti da precedenti opere pittoriche che l’artista ha selezionato e fuso in un’unica grande riproduzione digitale.

Andrea Saltini, nato a Carpi nel 1974, è un pittore, poeta e direttore artistico che negli anni ha intrecciato una produzione artistica e letteraria, oggi ampiamente riconosciuta e costellata di plausi e premi a livello internazionale. Le sue opere sono presenti in importanti collezioni private e pubbliche in tutto il mondo.

Insetti Xilografi, ossia Gregorio Bellodi ed Alessia Baraldi. Un progetto nato dal dono di un torchio calcografico. L’opportunità di continuare a creare immagini mediante le tecniche incisorie, a partire dalla xilografia, proprio come gli insetti scavano pazienti geometrie tra la corteccia ed il tronco degli alberi.

Il libro “I Giorni (la mia vita al tempo del Covid-19)” sarà disponibile in libreria dal 19 luglio 2021 (ISBN: 9788899667511), su tutte le piattaforme online e sul sito web dell’editore: https://incontrieditrice.com/.

Per approfondimenti: www.andreasaltini.com, https://concentricofestival.it.

Vi aspettiamo alla mostra, alla presentazione e agli spettacoli!