Concentrico: il palcoscenico più grande d'Italia

Il Festival di Teatro all’Aperto è organizzato dall’associazione culturale AppenAppena – APS con l’obiettivo di rendere la città di Carpi un punto di riferimento per la ricerca teatrale, grazie all’attenzione rivolta sia all’internazionalità delle proposte che al sostegno alle realtà nazionali più meritevoli e innovative.

Concentrico è una realtà unica nel suo genere, che abbraccia il teatro a 360° dalla prosa al circo contemporaneo passando per i grandi spettacoli di piazza, il teatro ragazzi, installazioni artistiche e tanto altro. Si svolge tutto, o quasi, all’aperto nel centro storico della città di Carpi che vanta una delle piazze più grandi d’Italia.

Un Festival che porta il teatro verso gli spettatori per avvicinare i cittadini al mondo artistico permettendo una partecipazione libera e intergenerazionale. Lo scopo dell’evento è creare un punto di incontro e scoperta fra le persone e la forma teatro, fra gli artisti e la città di Carpi, fra il pubblico e il territorio per vivere insieme esperienze sociali, non solo di intrattenimento, che sappiano trasmettere il significato di un luogo che vive e si riscopre attraverso l’esperienza teatrale. La direzione artistica, mediante un attento lavoro di ricerca, propone spettacoli e performance di alta qualità e professionalità al fine di valorizzare non solo la pratica artistica, ma anche la città ospite, dando al Festival un respiro  ampio e dal carattere europeo per ribadire la necessità di superare confini e barriere.

“Il cinema vi renderà famosi, la televisione vi renderà ricchi, ma il teatro vi farà bene!”

Terrence Mann

Il logo di Concentrico – Festival di Teatro all’Aperto è un’ammonite fossile, una conchiglia dalla forma concentrica che per noi ha un importante significato. Le ammoniti fossili si trovano nel marmo dei portici e dei marciapiedi del centro storico di Carpi, ma solo uno sguardo attento riesce ad accorgersene. Quest’ultimo particolare rappresenta l’importanza di osservare il mondo che ci circonda nei suoi particolari per scoprirne la profonda bellezza, come fa il teatro, permettendoci di vedere più a fondo, all’interno dell’animo umano.

120


spettacoli in 4 edizioni

60


compagnie teatrali nazionali e internazionali

10


prime nazionali

300


artisti coinvolti

60000


presenze di pubblico in 4 anni